Ciao Goreme

Written by Romania SalvatoreMarco

Topics: Viaggio

Rispetto la nostra permanenza a Goreme questa mattina ci svegliamo abbastanza presto. A fare colazione siamo i primi visto che ieri abbiamo chiesto a Hwang il favore se poteva farci la colazione abbastanza presto visto che oggi dovevamo partire nella prima mattinata visto che dovremmo arrivare a Kahramanmaraş. )Oggi io faccio colazione per la seconda volta con la classica “peperonata” cosi per la giornata o almeno fin sera posso essere a posto con il cibo.Claudio appena finito colazione prende Scotty e si incammina, mentre io rimango un’altra mezzoretta nella hall per concludere alcune cose sul pc. Il tempo oggi non è un granch’è quindi mi metto su l’abbigliamento impermeabile, e dopo aver preparato il tutto per poter partire vado a salutare Hwang, e lo staff del Panoramic Cave Pensione, dove alla partenza mi gettano una bacinella d’acqua come buon’agurio. Dopo poco che son partito incontro lungo la strada Claudio dove fino alla fine della giornata affronteremo insieme: le strada disestate, passi a quota circa a 2000m, la rottura del suo gps.

Dopo tutte queste storie si fanno le 5, l’ora in cui l’italia gioca quindi dopo esserci fermati in un paesino ai piedi di un monte senza nessun risultato ci fermiamo al villaggio successivo dove in un baretto con una parobola fuori domandiamo se è possibile vedere la partita dell’italia, e avendo avuto risposta positiva, ci sediamo, ci prendiamo un nescafè e qualcosa da sgranocchiare. Il tipo del bar appena sintonizzato il canale della partita facendo il simpaticone ci dice che l’italia perderà 2-1. Gia alla fine del primo tempo dove l’italia perde1-0 gli dico a Claudio che se entro 20 minuti l’italia non segna ce ne andiamo. Ogni tanto quando il simpaticone entra nel bar continua a far aumentare la mia tensione continuando a dirci che l’italia perderà (da un certo punto mi andrebbe bene che l’italia perdersse cosi non mi devo piu preoccupare di vedermi le partite durante il viaggio, però non voglio che esca cosi velocemente). Alla fine siamo rimasti fino alla fine della partita vedendo la sconfitta dell’italia e l’esultanza del simpaticone che ci continuava a dire che aveva indovinato. Ci rimettiamo in strada, io sono un po teso per la partita e per il simpaticone, mentre claudio è teso per la questione che gli si è rotto il suo gps, che gli serve per fare il guinnes world record, perche alla fine del viaggio gli deve inviare le traccie gpx giornaliere che dimostrano il percorso che ha fatto.

Verso sera ci fermiamo a Goksun dove ci fermiamo una mezzoretta in un’internet point per poi diregerci fuori dalla città  senza cenare per accamparci  affianco a un cimitero in un paesino.