La maledizione di Medjugorie

Written by Romania SalvatoreMarco

Topics: Viaggio

Madonna di medjugorie

Dopo una nottata in tenda rinchiuso ermeticamente dentro il sacco a pelo a causa del freddo e del vento, ormai come abitudine mi alzo di mattina presto, smonto tutto e carico la moto. Anche oggi il tempo non è il top, ci stanno nuvoloni e tira un forte vento. Accendo la moto e mentresi riscalda vado a salutare il vecchietto che mi ha ospitato nel suo giardino ma purtroppo non sta a casa, provo a bussare e a fare il giro della casa ma niente quindi monto in sella e parto.

Oggi la mia meta è Medjugorie(Bosnia), visto che sono vicino vado a visitare questo posto di cui ne ho sentito parlare parecchio e visto che il prete alla festa dello sport non mi ha benedetto la moto vado direttamente in questo posto dove dicono che ci sia una grande forza mistica, alla fine se maometto non va alla montagna è la montagna che va da maometto.

E’ da ieri che sento la moto perdere dei colpi mentre vado, e penso che forse è a causa della benzina di scarsa qualita, finche alla partenza da un semaforo, ingranata la prima la moto mi muore, e mi si spegne il quadro elettrico…quindi accosto e con la chiave vado per spegnere e riaccendere il quandro finche al 2 tentativo si riaccende e riparto. Dopo nemmeno 200m inchiodo perche qui in  croazia gli stop delle macchine sono un’optional e nel ripartire sento che la ruota posteriore fa un balzo, facendomi sembrare che si sia bucata o che la catena sia uscita(da completo ignorante visto che non so nulla meccanica), quindi riaccosto controllo tutta la parte posteriore e pare tutto ok finche guardo in strada e……ci sta una cosa nera e lunga…Minchia l’actionCam!!!!!!!! la vado a racuperare di corsa prima che qualche macchina la pesti, recupero la cam e i due pezzi dell’attacco rotto, sicuramente si è staccate per due motivi, o per le vibrazioni o durante l’inchiodata la forcella anteriore si è affossata talmente tanto e di colpo che la cam ha sbattuto contro il parafango anteriore spaccando cosi l’attacco. Per fortuna che sto andando a medjugorie!

Dopo un paio d’ore di strada esce finalmente il sole regalandomi finalmente un po di calore e dei paesaggi da mozzafiato. A un certo punto decido di fermermi in una piazzola per far riposare un po la moto e per levarmi un po di abiti pesanti. Ma nel riaccendere la moto…sento un “sctak”… il quado elettrico muore.. riprovo a fare un paio di tentati con la chiava ma la moto non da nessun segno di vita…..mmmmmche nerviiiiii! e che fo? sono qui disperso tra i monti!….allora provo a far finta di controllare il regolatore di tensione, visto che questa moto ha riscontrato 2 grossi difetti tra cui il regolatore. Pare tutto a posto quindi, apro la sella e mi metto a controllare i fusibili…tutto ok..finche mi cade l’occhio sul cavo del negativo della batteria, lo vedo smollato, lo fisso bene e provo a riaccendere il quadro…la moto si accende! oggi mi sembra di fare la via crucis per arrivare a vedere sta madonna.

Arrivo finalmente in questo Benedetto posto, è affollatissimo ma ci sta un silenzio e una calma assoluta. mi metto a girare finche arrivo in un posto in cui ci sta la statua di gesu cristo e un sacco di gente che la guarda prega. Vedo che ci sta gente che accarezza o pulisce con un fazzoletto il ginocchio destro, notando che la statua di bronzo ha la parte del ginoccio dorata, finche incuriosito mi avvicino e noto che da questo ginocchio esce una gocciolina ogni tanto e la gente la asciuga in un fazzoletto o in qualche oggetto che hanno con se. Quindi visto che sono qui faccio la fila e asciugo con la manica della giacca questa gocciolina sperando che mi porti fortuna durante questo viaggio.

Croazia

Dopo aver fatto il turista mi dirigo verso Sarajevo con l’intenzione di fermarmi a passare la notte qualche km prima per poi visitare la citta il giorno seguente, ma a causa della conformita del paesaggio e non riesco a trovare un posto dove poter piantare la tenda visto che le strade seguono le vallate delle montagne. qualche km prima da Sarajevo provo a fare un tentativo per trovare un posto prendendo una laterale…..anch’essa segue la vallata e per di piu è costeggiata da un fiumiciattolo, proseguo per diversi km finche ad un certo punto intravedo un’isoletta verde dall’altra parte del fiume dove potrei mettermi con la tenda, quindi cerco un modo per poterlo raggiungere e vedo che qualche metro piu avanti ci sta un ponticello che collega la strada con l’isoletta. Arrivo alla prossimità del ponte e vedo il legno non è messo benissimo, ma vedo anche che una macchina da non troppo tempo ci è passata, visto che ci stanno i segni delle ruote dell’altra parte. decido di passare, ma arrivato nello spiazzo vedo che l’erba è alta mezzo metro quindi decido di cambiare posto, vado per rigirarmi e…….per la prima volta mi cade la moto………provo a rialzarla, ma essendo stanco cosi carica non riesco , quindi smonto le borse e la alzo,  monto su e in qualche modo mi rigiro, anche se trovo difficoltà visto che l’erba è umida e la moto slitta, comunque una volta girata la metto in cavaletto laterale, metto la prima borsa, una volta fissata vado a prendere la seconda e mentre prendo sento “tataa”, mi giro e vedo che la moto mi è ricaduta…..CAZZOOOOO che ho fatto di male? sono andato fino Medjugorie e in cambio cosa ottengo? sfighe? quindi rismonto la borsa porto la moto fino in strada e a piedi mi porto le borse da una parte all’altra….ricompogno la moto e vado a Sarajevo….visto la giornata decido di passare la notte in un motel.

Croazia

Bosnia

Per fortuna che sto andando a medjugorie per poter ricevere una benedizione!