Come la moto è diventato il mio Mezzo

Written by Romania SalvatoreMarco

Topics: Pensieri

Visto che devo animare questo sito, scrivo per farmi conoscere meglio. Premetto già che purtoppo il mio italiano non è dei migliori, infatti a scuola perfino alla maturità non sono mai riuscito il 5 e mezzo 6, però prometto che con la scusa di scrivere in un sito dove la gente leggerà i miei articoli mi impegnerò a migliorare!(magari poi commentate e date un parere)

“Comunque come dico sempre l’importante è farsi capire”.

Let’s go:

Tutto iniziò con la mitica vespa “50 Special”! Vespa che mi venne regalata dai miei cugini (almeno penso poi non so se mio padre all’epoca gli abbia dato soldi). Era una vespetta che aveva già una sua storia, da quel che mi hanno raccontato veniva usata per andare a correre, infatti i vecchi proprietari avevano stuccato tutta la carrozzeria per poterla renderda piu pesante e il motore che montava quando mi venne ragalata era un’assemblaggio di pezzi di vari modelli (special,px). Arrivata a Padova iniziò a scrivere la mia storia sulle due ruote. Vespa che mi accompagnò per circa 3/4 anni e che m’ha insegnato a guidare per le strade padovane, per non parlare delle piccole conquiste che mi ha aiutato a fare,  grazie all’orignalità e il tocco di classe che gli davo verniciandola, l’ultimo colore che gli ho dato fu il “Rosa Confetto”.  Dopo la 50 insieme e mio fratello Renato mi presi un 125 PX, anche questo vespone è stato personalizzato dal mio punto di vista da un grande tocco di classe perchè lo colorai in una maniera molto Originale facendola diventare la Rasta Vespa. Nel 2006 quando andai a farmi il viaggio in Portogallo, il Vespone doveva essere il mezzo che avrebbe accompagnato me e il mio amico Pil fino all’Oceano, se quel 2 agosto dello stesso anno non fossi riuscito a prendermi la patente per la moto. La mia Vita da quando presi la patente cambiò perchè per me la moto è diventata il mio mezzo, una passione, una filosofia di vita. Sarà stato perchè era il mio primo viaggio in moto, partito senza alcuna esperienza alle spalle, con nemmeno 24 ore dalla consegna del tesserino rosa e con una moto dell’82 stracarica, ma quel viaggio mi ha fatto e  continua tutt’ora quando giro con una motocicletta, a darmi sensazioni e a mi farmi vivere delle esperienze che nessun’altro mezzo mi da!

Indipendenza, Fratellanza, Libertà e Avventura!