TureAdventure Senile Version

TureAdventure Senile Version

Written by Romania SalvatoreMarco

Topics: Viaggio

Rieccomi a scrivere dopo circa un mese….

Come avevo scritto nel giorno del mio compleanno sono stato a fare il Ture Adventure Senile Version… perché Senile? Perché i miei vecchi dopo quasi due anni dalla mia partenza hanno deciso di venire a trovare il loro piccolino!

Io da quando ho saputo la data del loro arrivo mi sono mobilitato a organizzare il loro viaggio per l’Asia. Ho deciso per iniziare di farli visitare un po Kl per farli ambientare in un contesto asiatico civilizzato, per poi portarli 12 giorni in Laos per mostrare a loro una REALTA’ asiatica, per poi ritornare in malesia e fare gli ultimi giorni con un po di relax e bella vita in spiagge del sud est asiatico.

Il loro primo impatto a KL e’ stato positivo in generale e per il cibo, eccetto qualche cibo locale che risultava un po piccante.

LAOS

Il viaggio e’ stato tranquillo, arrivati alla capitale prendiamo un taxi che ci porta all’albergo prenotato il giorno prima via interent, un bel alberghetto pulito, moderno, con aria condizionata, internet e colazione. Per me super lusso visto che era da anni che non andavo in alberghi del genere, cmq il tutto per 35 euro a notte. Ci facciamo i primi due giorni nella capitale e già qui mia madre inizia ad andare in crisi per il cibo, tutti i ristoranti per lei sono sporchi e non igienici quindi non mangia nulla, finche con mio padre una sera la convinciamo a mangiare nell’unico ristorante italiano e un altro giorno in un ristorante dove fanno cibo locale western(posti che all’occhio sembrano puliti e igenici).

Il terzo giorno ci noleggiamo due moto (250cc) per 8 giorni e iniziamo il tour. Partiamo ma anche se Vientiane ha due strade riesco a perdermi e perdiamo una mezzoretta sotto il caldo cuocente per capire quale strada prendere. Prendiamo la strada nazionale che va a nord per direzione Luang Prabang che dista poco più di 350km, facciamo i primi 30km e i due vecchietti neccessitano di una sosta per rinfrescarsi. Facciamo sosta un un ristorantino lungo la strada, ci prendiamo da bere e visto l’ora io mi faccio anche il mio bel pranzetto a base di fried rice, mentre i miei preferiscono stare a digiuno dato che il posto non gli ispira.

Usciti dalla prefettura di Vientiane la strada inizia a essere messa male, a tratti la strada e in costruzione quindi la marcia viene rallentata e i due vecchietti sentono la stanchezza più facilmente, sopratutto a livello dei glutei, quindi facciamo frequenti soste lungo la strada dove mio padre si fumava la sua sigaretta e io a prendermi parole da mia madre dicendo che la sto ammazzando portandola in strade malmesse, ma sinceramente l’anno precedente che l’avevo fatta era perfetta. Purtroppo non riusciamo ad arrivare alla meta prefissata, quindi decidiamo di farci una notte a Vang Vieng e proseguire il giorno dopo! Arriviamo in albergo( 12 euro per una tripla con aria condizionata rotta) pieni di polvere a casusa della strada malmessa, e tutti e tre stanchi e sporchi desideravamo come non mai una bella doccia per rinfrescarci e toglierci tutta quella polvere di dosso.

Il giorno successivo sveglia presto, colazione e di nuovo in strada la strada fortunatamente dopo diversi km inizia a essere buona e la marcia e più spedita, ma per il brutto vizio di mio padre ci farciamo spesso ..pausa sigaretta. La strada da Vientiane a Luang Prabang e bellissima da fare, e’ piena di curve, sali e scendi e paesaggi bellissimi! Si arriva alla meta prefissata nel pomeriggio ed essendomi preso parole per l’alloggio a van vieng e per le strade  non mi prendo responsabilità e faccio decidere l’albergo ai miei, facendogli fare a mio padre esperienza con il suo inglese maccheronico. Rimaniamo in questa città 3 giorni, la visitiamo e viene gradita ma il secondo giorno si decide di “scappare” e ritornare indietro a Vientiane, in quanto la mia vecchia avendo visto due geki in camera ed avendo fobia di questi bellissimi animaletti che ti mangiano le zanzare e scarafaggi, abbiamo deciso di ritornare indietro. Il giorno della partenza e’ brutto, infatti lungo la strada incontriamo pioggia, ma e stato na figata in quanto il paesaggio montuoso, ci ha regalato momenti stupendi, si entrava nelle nuvole facendomi ricorda il CAIGO(nebbia), guida sotto la pioggia e arrivati nei punti alti si poteva ammirare paesaggi da mozzafiato!

Rientrati nella capitale si ritorna nello stesso albergo e avendo ancora a disposizione due giorni di moto ne approfittiamo per girare nei dintorni di Vientiane andano nel villaggio degli elefanti, vedere una cascata e a visitare il giardino dei Buddah. In questi giorni ho capito che il laos non e fatto per mia madre anche se al livello gastronomico e igiene dei ristoranti si stava abituando.

MALASIA

Ritorniamo  a KL per due giorni per poi ripartire verso Perentian Islands. Arriviamo a Kota Bahru e da li prendiamo il taxi che ci portera a prendere la barca per andare nelle isole. arriviamo al porto e saliamo sopra la barca del resort che ho prenotato, e’ una bella barca grossa, mentre le altre barchette che portano all’isola sono più grezze e fanno indossare a tutti il giubbetto( sicurezza?)…dopo 45 min di barca arriviamo al resort, ci danno il benvenuto con un bicchiere di succo d’arancia e ci portano nella nostra camera. Ma….anche qui nonostante posto da relax, spiaggia mare….niente,  bisogna scappare….prenoto la stessa sera un aereo per ritornarcene a kl dopo due giorni…

Conlcusioni….E stata una bella avventura, passati momenti bellissimi in quanto era da 2 anni che non spendevo tempo con i miei, ma anche momenti di stress in quanto mi sono accorto e mi han fatto notare, non ho più la pazienza di una volta, sono molto più impulsivo, se ci sta qualcosa da dire la dico a volte anche senza far finire di parlare le persone. Mi immaginavo che ci sarebbero stati dei problemi con la mia vecchia ma non credevo così grossi, e’ andata… e vedendola in maniera positiva gli ho fatto fare un po la cura dimagrante.

So che la prossima volta sarà difficile che mi verranno a trovare in un paese asiatico o in posti non civilizzati/occidentalizzati.

Adesso aspetto che mi venga a trovare il fratellino….