Le pagode a Gratis

Written by Romania SalvatoreMarco

Topics: Viaggio

La notte in autobus è una gran tortura, ci sta l’aria condizionata, si sta scomodi e non puoi andare in bagno quando vuoi, finche alle 6.30 di mattina l’autobus si ferma in una stazione per fare sosta, decido di scendere stando attendo di non andare scalzo sul corridorio, dato che la gente sputa ed è un letamaio, metto le scarpe e me ne vado in bagno, fa un freddo cane risalgo in pullman e vedo non ci sta piu nessuno se non claudio che si sta facendo lo zainetto dicendomi che siamo arrivati, rimango male, si è vero sono rincoglionito dato che ho dormito male e sono le 6.30, gli dico che non è possibile perchè la tipa di ieri che ci aveva fatto i biglietti ci aveva detto che l’autobus arrivava alle 10. Fatto sta che siamo arrivati, è buio, ho sonno, fa freddo e per di piu non siamo proprio a Dali ma a Xiaguan una città che dista  16 km. Troviamo subito gente che si rende disponibile a portarci con i loro taxi o Tuk Tuk, sono talmente insistente e pesanti che mi fanno girare le balle, ma noi abbiamo la maledetta guida quindi ce ne andiamo a alla stazione dei bus e ne  prendiamo  uno. Arriviamo alla cittadina e vediamo il risveglio di una citta, gente che va a lavoro, ragazzini che vanno a scuola, l’apertura di negozi e tutto quello che segue. La mattinata la passiamo in cerca di una sistemazione per la notte andando a finire in un albergo pagando per una doppia 50Yuan(5.61€). La città è piccola e carina, lo stile fa ricordare le vecchie e originali case cinesi, naturalmente è una città turistica e anche se non vediamo occidentali è pieno di turisti Locali(cinesi).

Il pomeriggio andiamo a provare a visitare le Pagode, ma partiamo con l’intenzione di visitarle da fuori dato che per entrare la guida dice che ci vogliono circa 10 15€ e a noi spendere tutti quei soldi, soprattutto io, per poter vedere 3 torri non mi va, le guardo da fuori e sono ugualmente contento. Arriviamo vicino l’ingresso e iniziamo a camminare lungo le mura  finche arriviamo in un punto in cui questo sito è separato da una strada e per accederci dento ci stanno due cancelli. Noi facciamo gli indifferenti ed entriamo andando a visitare il tempio che ci sta dentro dove vedo per la prima volta un budda metallaro. Nel ritornare indietro decidiamo di provare ad entrare dall’altra parte dove ci sono le 3 pagode e anche li riusciamo ad entrare vedendo da vicino queste 3 torri, per poi uscire dall’uscita ordinaria dove ci sta la biglietteria.

Abbiamo fame dato che è da questa mattina che nn mangiamo, quindi ritorniamo al centro per cercare un ristorantino dove poter pranzare nonostante sia pomeriggio inoltrato. Lungo la strada dei ristoranti veniamo fermati diverse volte da gente che ci domandava se avevamo bisogno di “MARIJUANA”, rimango un po scioccato perche è la prima volta da quando mi son tagliato i dread che mi la gente mi abborda domandandomi se voglio delle sdroga. Alla fine ci fermiamo in un ristorantino cinese prendendo dei piatti tipici accompagnati da dessert.